Catte Cup: l’attesa e’ finita

Matilda Fanni

Dopo un anno di attesa, tanto lavoro e il grande desiderio di divertirsi e giocare, finalmente è tornata Catte Cup. Sin dalla prima giornata, si poteva sentire nell’aria quell’atmosfera familiare ed elettrizzante che ogni estate, a metà luglio, invade Oristano e coinvolge tutti coloro che partecipano a questo grande evento.

La prima giornata non ha deluso le aspettative, anzi le ha superate, regalando emozioni e sorprese sin dalle prime partite. Ma non è stata solo la competizione calcistica a conquistare l’attenzione di tutti. La Catte Beer Cup, con la sua classifica provvisoria che vede la squadra KT al primo posto, ha aggiunto un tocco di divertimento e rivalità in più.

Fin da subito, tutti si sono immersi nel mood giusto. L’affluenza di spettatori è stata pazzesca, con le tribune che si sono riempite di tifosi pronti a sostenere le proprie squadre.

Le sfide sono iniziate con la partita tra Mariano VI e De Castro che ha subito preso fuoco con un goal di Castagna, numero 11 del Mariano VI, seguito da un secondo goal che ha messo in vantaggio la squadra. Ma il De Castro non si è arreso e ha ribaltato il risultato segnando due goal consecutivi, portandosi sul 2-2. Tuttavia, il Mariano VI ha reagito prontamente con un altro goal di Castagna. La partita poi si è conclusa sul punteggio di 4-4.

Nella sfida tra Pillona Crew e Su Spollu, entrambe le squadre hanno dato il massimo, ma tra uno spollo e l’altro la squadra di Silì ha avuto la meglio. Nonostante i tentativi di Pirri di segnare, la partita è iniziata senza goal ma l’altra squadrasi è portata in vantaggio con tre goal, mentre Pillona Crew ha segnato un’unica rete. Il punteggio finale è stato di 4-1 a favore di Su Spollu, che ha dimostrato una grande determinazione.

La partita tra Giard Army e Betaland si è rivelata una sfida accesa, con entrambe le squadre che hanno dato il massimo per ottenere la vittoria. Mattia Saba ha aperto le danze con un grande goal. Nonostante gli sforzi di Giard Army e il grande tifo, è stata Betaland a prevalere, conquistando la vittoria finale.

L’incontro tra LPH e Kadossene ha visto una parata straordinaria da parte di Emanuele Orrù; tuttavia, hanno eseguito un goal nella porta sbagliata regalando il vantaggio agli avversari. La partita è stata piuttosto tranquilla, senza grandi colpi di scena, e si è conclusa con la vittoria di LPH per 0-1.

La partita tra Boca Juston e BCN è stata caratterizzata da una grande suspance. Boca Juston ha preso il comando del gioco grazie a una doppietta di Andrea Pili, ma BCN ha risposto con un goal di Matteo Mirai, che ha scatenato l’entusiasmo nella squadra. Boca Juston però si è guadagnata la vittoria grazie un altro goal di Pili e un autogoal.

SZT e KT si sono affrontate in una partita che ha visto il portiere Jirayetta regalare una paratona spettacolare. KT ha preso il controllo del match, segnando tre goal, di cui uno particolarmente bello ad opera del numero 7. Beniamino Floris ha aggiunto un altro goal alla lista, portando il punteggio sul 0-4. Ricordiamo inoltre il quasi incontro di arti marziali miste che stavano per regalarci queste formidabili formazioni che per fortuna si è fermato al trash-talk.

Nell’incontro tra Foxes ed Esqueleto, Samuele Cabras si è distinto segnando il primo goal per la sua squadra. Esqueleto ha pareggiato con un goal di Lorenzo Sulis, ma Foxes ha riacquistato il vantaggio grazie a un altro goal di Cabras. Il punteggio finale è stato di 2-1 per Foxes, con Cabras che è stato il protagonista della partita guadagnandosi il titolo di MVP.

L’ultima partita della giornata ha visto FRK sfidare SA Ditta. SA Ditta ha aperto le danze con un goal di Emanuele Loche. Pur essendo noti per la loro aggressività e per essere ormai dei veterani dopo aver vinto due volte Catte cup, alla fine, è stata Sa Ditta ad essersi portati a casa la vittoria.

È stata una vera soddisfazione vedere così tante persone presenti nelle tribune e così tante birre per festeggiare le vincite. I migliori giocatori della giornata li abbiamo potuti vedere nelle nostre storie di Instagram ma il vero eroe della giornata è stato l’arbitro, instancabile, che senza sosta ha seguito tutte le partite.

L’energia e l’entusiasmo sono rimasti costanti. Anche dopo il fischio finale, l’atmosfera non si è affievolita, con il pubblico che ha continuato a festeggiare e a godersi l’evento fino a tarda notte. La Catte Cup è davvero un evento che va oltre il semplice torneo di calcio. È un momento di aggregazione, di condivisione e di passione che coinvolge tutti noi.

Non vediamo l’ora di vivere e raccontare le prossime giornate che ci riserveranno sorprese e nuove emozioni. Catte Cup è tornata, e siamo pronti a farci travolgere da questo spirito di competizione e amicizia che solo un evento così speciale può regalare. Ti aspettiamo!